Swami e la pace del cuore

  • by

Qualche mese fa cercavo un cavallo pezzato da inserire nel mio piccolo branco, così mi recai in alpeggio in visita ad un branco di 130 cavalle con puledrini.

Me ne si avvicinarono in tanti, tutti bellissimi, ma non sentivo nessun richiamo.

Dietro alcuni alberi in fondo, lo intravidi con la sua mamma.
Mi avvicinai, lui non sembrava spaventato o contrariato, così mi sedetti in silenzio.
Poco dopo si avvicinò e col suo naso mi stropicciò i capelli. Non era pezzato, ma mi ero già innamorata di lui.

Il giorno dopo tornai e così per altri due giorni, entravo e mi sedevo aspettando che lui si avvicinasse e così fu.

Notai che la mamma era più lontana del solito, sentii che lei aveva capito e che lo avrebbe lasciato venire con me a tempo debito; la ringraziai profondamente.
Sentii la preziosità di avere il suo consenso.

Informai il proprietario che avevo scelto, o meglio ci eravamo scelti.

Andai da lui tutti i giorni finché non scesero a valle e non arrivò il momento dello svezzamento. Tutti i giorni lo stesso rituale mi sedevo e aspettavo che lui scegliesse di avvicinarsi.

Col passare dei giorni il nostro rapporto diventò molto profondo , sentivo molta quiete e tanto amore.
Decisi di chiamarlo Swami che in Indi vuol dire “venerabile maestro”. Swami è proprio un grande maestro.

Dopo, due mesi arrivò finalmente a casa per essere inserito nel nuovo branco.
Hidalgo lo accettò immediatamente, mentre per Luna e Tristano è stato più difficile.

Oggi è un puledro di un anno, molto dolce ed equilibrato, amato dal suo branco.

Spesso accompagna le persone ad incontrare la pace del cuore. Questa è l’esperienza che farai con lui.


Per approfondire: crescita personale con il cavallo
Il mio team

Contattami, sarò lieta di rispondere alle tue domande.

Daya +39 349 82 28 011
info@equus.vision

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *